Alla camera con letto alla francese Argia, letto largo 140 centimetri a confronto dei 160 del tradizionale matrimoniale, si accede con ingresso privato ed indipendente dall’esterno.

La porta finestra della camera affaccia sul giardino privato e volge alla collina.

La camera è caratterizzata da complementi dell’800 che si fondono con elementi attuali e ricercati; pavimento in parquet.

Bagno privato.

uso matrimoniale con prima colazione di pasticceria € 135,00
uso matrimoniale “only bed”: caffè Nespresso e brioche confezionate offerti in camera €  85,00
uso singola con prima colazione di pasticceria €   89,00
uso singola “only bed”: caffè Nespresso e brioche confezionate offerti in camera €   69,00

Connessione wi-fi e parcheggio privato sono inclusi nel prezzo.

Le tariffe si intendono per camera, a notte; escluse le tasse di soggiorno del Comune di Bologna.

I prezzi subiscono variazioni in concomitanza di alcune fiere e festività.

L’IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI BOLOGNA
Anche Bologna, dopo molti altri Comuni capoluogo, si adegua a quanto previsto dal Decreto
legislativo 23/2011 introducendo l’imposta di soggiorno.
Dal 1° settembre 2012 chi pernotta a Bologna in strutture ricettive e non è residente nel
Comune, dovrà versare un piccolo contributo per il soggiorno che varia a seconda delle
seguenti fasce di prezzo relative al costo a persona della camera.
Nuove tariffe dal 1 febbraio 2015:
· fascia 1-30,99 € tariffa 1,50 € a persona per singolo pernottamento;
· fascia 31-70,99 € tariffa 2,00 € a persona per singolo pernottamento;
· fascia 71-120,99 € tariffa 3,00 € a persona per singolo pernottamento;
· fascia 121-200,99 € tariffa 5,00 € a persona per singolo pernottamento;
· fascia oltre 201 € tariffa 5,00 € a persona per singolo pernottamento;
I minori di 14 anni sono esenti dal pagamento dell’imposta.
Il Comune di Bologna, nel rispetto delle indicazioni legislative, destinerà i proventi dell’imposta
di soggiorno a progetti finalizzati alla promozione nazionale e internazionale della destinazione
“Bologna” .
Al momento della partenza gli ospiti delle strutture ricettive verseranno l’imposta al gestore
che poi è tenuto a rendicontare e riversare al Comune il relativo incasso.