CONDIZIONI GENERALI DEL SOGGIORNO

Le seguenti Condizioni Generali regolano ogni soggiorno presso il Pozzo di Mezzo b&b e sono da considerarsi conosciute ed integralmente accettate da parte dell’Ospite all’atto della conferma di prenotazione.

– Pozzo di Mezzo b & b penali annullamento Bassa stagione

Le cancellazioni effettuate fino a 21 giorni prima dell’arrivo non comportano alcun costo aggiuntivo.

La cancellazione della prenotazione da 20 a 11 giorni prima della data d’arrivo comporta una penale del 50% dei servizi prenotati.

La cancellazione della prenotazione entro 10 giorni dalla data d’arrivo comporta una penale del 100% dei servizi prenotati.

In caso di partenza anticipata, arrivo tardivo o mancata presentazione, saranno addebitate spese di cancellazione pari al 100% dell’importo versato per i giorni prenotati e non goduti.

L’Ospite, per annullare la prenotazione, dovrà fare richiesta via e-mail a info@pozzodimezzo.it

Pozzo di Mezzo b & b avrà diritto di addebitare, senza possibilità di eccezione alcuna da parte dell’Ospite, l’importo corrispondente sulla carta di credito fornita dall’Ospite.

Una volta pervenuto l’annullamento della prenotazione, Pozzo di Mezzo b & b si ritiene libero di poter riassegnare la camera annullata ad altri Ospiti.

– Pozzo di  Mezzo b &  penali annullamento Alta stagione

Le cancellazioni, le modifiche, le partenze anticipate o la mancata presentazione, comportano l’addebito dell’ intero importo della prenotazione.

Tale importo verrà addebitato sulla carta di credito fornita dall’Ospite.

Una volta pervenuto l’annullamento della prenotazione, Pozzo di Mezzo b & b si ritiene libero di poter riassegnare la camera annullata ad altri Ospiti.

– FORO COMPETENTE E LEGGE APPLICABILE

Per qualsivoglia controversia è competente in via esclusiva il Foro di Bologna ed è applicabile solamente la legge italiana.

– parcheggio

Pozzo di Mezzo b & b non risponde degli oggetti lasciati incustoditi nell’auto né dei danni che la stessa possa subire.

L’IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI BOLOGNA DAL 1 GENNAIO 2019
Chi pernotta a Bologna in strutture ricettive e non è residente nel Comune, dovrà versare un piccolo contributo per il soggiorno che varia a seconda delle seguenti fasce di prezzo relative al costo a persona della camera.
Nuove tariffe:

· fascia 1-70,99 € tariffa 3,00 € a persona per singolo pernottamento;
· fascia 71-120,99 € tariffa 4,00 € a persona per singolo pernottamento;
· fascia oltre 121,00 € tariffa 5,00 € a persona per singolo pernottamento;

I minori di 14 anni ed i residenti nel Comune di Bologna sono esenti dal pagamento dell’imposta.
Il Comune di Bologna, nel rispetto delle indicazioni legislative, destinerà i proventi dell’imposta di soggiorno a progetti finalizzati alla promozione nazionale e internazionale della destinazione “Bologna” .
Al momento della partenza gli ospiti delle strutture ricettive verseranno l’imposta al gestore che poi è tenuto a rendicontare e riversare al Comune il relativo incasso.

Qualora il soggiornante si rifiuti di corrispondere l’imposta di soggiorno il gestore della struttura è tenuto a fare sottoscrivere il “Modulo rifiuto pagamento imposta – ospite”.

Importante esenzioni per chi si reca a Bologna per cure mediche:

Art.1

(modifiche all’articolo 2)

1. All’art.2 dopo il comma 3 è aggiunto il nuovo comma 4:

“4. A decorrere dal 01/04/2015 sono esenti da imposta – limitatamente ai pernottamenti ricadenti nel periodo di ricovero nell’ipotesi a), o in quello di terapia nell’ipotesi b)- i soggiornanti che:

a) assistano i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, anche in regime di day hospital (day surgery/day service), per un massimo di n.1 accompagnatore per paziente. Sono eccezionalmente esenti entrambi i genitori che assistano il figlio in regime di day hospital (day surgery/day service) o di ricovero ospedaliero se di età inferiore ad anni 14;

b) effettuino essi stessi cure ospedaliere in regime di day hospital (day surgery/day service); L’esenzione di cui ai punti a) e b) è subordinata alla presentazione di apposita certificazione della struttura sanitaria attestante le generalità del paziente ed il periodo di riferimento delle prestazioni sanitarie o del ricovero.”

Art.2

(modifiche all’articolo 4)

1. All’art.4 dopo il comma 2 è aggiunto il nuovo comma 2bis:

“2bis. L’esenzione di cui all’art.2 comma 4 lett.a) e b) trova applicazione esclusivamente sulla base della certificazione sanitaria di cui al medesimo comma 4, che il soggiornante è tenuto a presentare al Comune per il tramite della struttura ricettiva.”

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/4″][/vc_column][/vc_row]